Pizzi e Merletti e i lavori delle Fate

woterlogo

                                            Il Ricamo è un’arte delle fate .

Certo non è soltanto,come nella opinione corrente,passatempo per signore annoiate; la sua storia è legata al costume e all’arte perché molti artisti  si dedicarono alla produzione di cartoni per disegni destinati a ricami ed arazzi, ed  anche  alla economia di tanti paesi; era infatti  essenziale all’abbigliamento e all’arredamento ,il costo di tessuti e filati era una delle poste che massimamente incidevano sui costi di importazione ed era anche fonte di reddito per numerosissime persone che vi si dedicavano;nelle epoche d’oro il numero di merlettaie era elevatissimo ed i lavoratori erano riuniti nelle corporazioni . Si calcola che a Cantù all’inizio dell’800 lavorassero circa  settecento merlettaie .

pizzi_61

Il ricamo è un’arte antichissima apparsa molto probabilmente in Oriente.La  sua storia può essere ricostruita citando fonti storiche e iconografiche e purtoppo solo in piccola parte studiando i reperti autentici.Si parla di ricamo nella Mitologia, nei poemi di Omero e di  Virgilio e nella Bibbia; quando Mosé prepara il Santo Tabernacolo lo descrive con queste parole: “…fece il velo di porpora viola e di porpora rossa, di scarlatto e di bisso ritorto. Lo fece con figure di cherubino, lavoro di ricamatore.” (Esodo 36,35). Non mancano, anche se ridotte in piccolissimi frammenti, testimonianze dirette: in Egitto sono state rinvenute strisce decorative risalenti a secoli prima di Cristo, così anche in Attica sono rinvenuti dei pezzi di lino ricamati risalenti all’epoca classica.Storici di epoca romana  narrano che Nerone pagò quattro milioni di sesterzi i drappi per il triclinio coperti di ricami, ed Eliogabalo fece riprodurre sulle tovaglie ,con l’ago, i cibi dei banchetti .Il Ricamo era lusso;lusso orientale assieme ai tessuti,ai profumi ,alle gemme  rappresentava il modo più semplice per impreziosire e personalizzare, aumentandone così dignità e prestigio,i capi d’abbigliamento indossati da personaggi di grande risalto politico o religioso.In Italia, e precisamente in Sicilia, questa arte inizia intorno all’anno mille, durante il dominio dei Saraceni, che vi introducono laboratori di tessitura e di ricamo, rispettivamente Thiraz e Rakam; La parola ricamo deriva dal lemma arabo raqm (racam)

 

Perchè ricamare ..