La Cucina delle Fate

 

 

  logo-tavola3

Si sono moltiplicate le riviste di cucina ed i siti che trattano di questo argomento , a dimostrazione dell’interesse che questo suscita;potremo trovare chi parla della cucina etnica, perché in carattere con il nostro orizzonte sempre più ampio;della cucina dietetica, in linea con il nostro colesterolo che si innalza;della cucina veloce , per consentirci di correre sempre di più e ancora la cucina vegetariana quella regionale e ancora e ancora .Indubbiamente la tavola è uno dei centri della nostra vita e mi guardo bene da valutazioni psicologiche sul significato che il cibo riveste per l’uomo ( e la donna ovviamente ).

Dai tempi più antichi la tavola è più che il desco: è luogo di incontro e di convivialità; è anche cultura se attraverso i sapori si può apprendere molto della storia di un popolo .Ma stare bene a tavola comporta qualche cosa di più che non la presentazione di buoni piatti : il cibo diventa molto più buono se è presentato nella cornice migliore creando un ambiente gradevole e un bel supporto per i cibi . Non a caso da quando l’uomo uscì dai tempi più cupi della sua storia trovando maggior benessere ,il luogo dove si pranzava divenne quello di incontro e di spettacolo; le corti ospitavano giocolieri e cantori affinché lo spettacolo esaltasse il piacere del cibo;situazioni di questo genere sono comunque nella possibilità di pochi , ora come allora e i tempi stringati che la vita di oggi ci lascia a disposizione non ci permettono spesso l’impegno che un pranzo impone .

                                                           Ma quando è possibile è bello che la tavola sia curata in tutti i suoi aspetti .

Quanto ai cibi si vanno dimenticando i sapori del passato e della nostra tradizione in favore dei faast food e dei tramezzini .Fra a le cose che ho ereditato dalla mia bisnonna , tramite la nonna, ci sono alcuni libri di cucina: un Artusi in edizione 1910; un libro di ricette”la cucina igienica” ed Sonzogno 1878; un altro volume di ricette di cucina “ Biblioteca per tutti “Ed, Salani 1907 ; da questi libri che oramai possiamo definire antichi e che anche nel linguaggio mostrano una accuratezza che trasferiscono nelle preparazioni, ho tratto alcune delle ricette che riporto. Fra le pagine con quella grafia ordinata di chi doveva scrivere bene e lo imparava a scuola ho trovato tante ricette alcune tramandate da madre in figlia ed snche alcune nozioni preziose che possiamo definire FONDAMENTALI senza le quali cioè .. non parliamone neppure . Di questi cercherò di darvi alcune notizieOltre a queste ciò che ho cercato di raccogliere sono le ricette” Della Tradizione” che sono andata recuperando anche intervistando tante amiche di cui ho potuto apprezzare la capacità in cucina . Accanto a questo mi permetto alcune note sulla preparazione della tavola.

… e ora troviamoci Attorno Al Tavolo

 tavola