Categorie

Mistocchine ovvero Necci di Castagne con Ricotta

gennaio 8, 2011

             Le mistocchine o i  necci o “nicci“, sono dolci tipici della Montagna Pistoiese, della Garfagnana e dell’alta valle del Renoe del  Bolognese . Si possono considerare gli antenati poveri delle crêpes. Altri nomi utilizzati sono ciacci oppure patolle (con cui si identifica un impasto più consistente).

La base dell’impasto è composta da farina di castagne, acqua e sale; la difficoltà maggiore è data però dalla loro cottura, appositi strumenti, detti “testi“, da mettere sul fuoco del camino, oppure i “ferri”, che sono dei cerchi di ferro con dei lunghi manici, che vanno messi sul piano della stufa a legna. I testi sono più usati sul versante bolognese dell’Appennino, i ferri, maggiormente sulla Montagna Pistoiese.

Una volta cotti, i necci vengono generalmente riempiti con ricotta (nella versione di lusso con scaglie di cioccolato fondente e/o canditi) ed arrotolati come se fossero cannoli.

 Si tratta del piatto povero assolutamente all’opposto dello squisito Monte Bianco

 Nella ricetta che vi trascrivo all’acqua è sostituito il latte ; si tratta comunque di un alimento assai semplice che , come vi ho detto per altri  richiede l’ottima qualità degli ingredienti .

Quando ero bambina assieme all’inverno  compariva sempre una vecchina che nel centro della mia città, Bologna li  preparava al momento  usando un vecchio bidone di ferro ; li avvolgeva nella carta gialla per intenderci quella usata una tempo per incartare la carnali e li si mangiava senza nulla; a differenza dei necci toscani una forma leggermente ovale e li chiamavamo “ mistocchine

Nella ricetta che vi trascrivo all’acqua è sostituito il latte ; si tratta comunque di un alimento assai semplice che , come vi ho detto per  altri  richiede l’ottima qualità degli ingredienti

 

    mezzo chilo dì ottima farina dì castagne intendo quella veramente dolce; latte quanto basta un pizzico dì sale; versate la farina in una ciotola, scioglietela perche non vi siano grumi; aggiungete lentamente latte dì prima qualità e un poco di acqua gassata formando una crema non troppo liquida.

 fate scaldare o l’apposita piastra di ferro o, come nel nostro caso una crepi era; quando è rovente, versate un mescolo di crema e lasciate cuocere da un lato e poi rigirate; finché sono calde portate in tavola e copritele con dell’ottima ricotta.

1 Comments to “Mistocchine ovvero Necci di Castagne con Ricotta”

  1. admin scrive:

    Grazie mi spiace per la dimenticanza ; in ognic aso noi bolognesi le facciamo senza arricchirle con nulla

  2. […] di castagne cotte tra due dischi di ghisa rovente e servite con la ricotta e/o il prosciutto. Mistocchine ovvero Necci di Castagne con Ricotta | Il Posto delle Fate I Borlenghi sono invece una sfoglia sottilissima di farina con in mezzo pesto di maiale secco e […]

Leave a Reply