Categorie

La torta di Riso

gennaio 7, 2009

  Di questo dolce tradizionale ci sono alcune variantirosalof

 è un dolce primaverile o estivo; a Bologna si usa nelle feste ,dalla Ascensione alle feste degli addobbi, cioè delle parrocchie . E’ molto comodo da servire anche con il the , a merenda o per un pranzo in piedi perché  viene tagliata a quadretti o rombi e i pezzetti possono essere presi utilizzando degli stecchini .

 mandorle 150 gr

 un litro di latte – 50 gr di burro .

 un mezzo bicchiere di liquore sassolino o se non lo trovate di Strega.

 180 gr di riso- 200 gr di zucchero- cedro candito 50 gr a pezzetti

fate cuocere bene  il riso nel latte  con una stecca di  vaniglia e un pizzico di sale .Potete usare la cannella in polvere se vi piace .

Battete 9  uova intere e due tuorli con lo zucchero; aggiungetele al riso cotto e raffreddato,  mescolate   con le mandorle, i canditi e il liquore .

 Con il burro  passare il fondo e i bordi di una tortiera di metallo , meglio se apribile ; passate del pangrattato e mettete in forno preriscaldato a circa 180 gradi ;  per la cottura provate con uno stecchino .Una volta cotta non si rovescia ma si taglia dentro la teglia in quadretti o rombi.

 La versione Massese e molto diversa ma ugualmente buona

 Fate bollire un etto di riso nel latte  con abbondante scorza di limone e un pizzico di sale ; colate , fare asciugare bene e  raffreddare ;intanto battete  12 uova  intere con 5 o 6 cucchiai di zucchero, aggiungete un litro di latte intero, mezzo bicchiere  in cui avete mischiato di cognac, sambuca e alchermes; mescolate la crema al riso cotto, buccia di arancia grattugiata .

  Prendete una teglia di metallo  e passate fondo e lati con burro  e spolverate con zucchero ; versate la crema  dopo avere ben mescolato ; cuocere in forno a 180 gradi ; togliete  dal forno quando, dopo avere infilato uno stecchino uscirà asciutto :  attenzione la cottura è lunga . 

Anche questa si taglia  a quadretti

 

No Comments Yet.

Leave a Reply