Categorie

Creme Caramel

gennaio 7, 2009

rosalof2rosalof1

 

cremecaramel

Creme Caramel … Detto anche latte brulè … sembra facile….. anche perché oggi viene fatto usando i preparati pronti che sono anche buoni ma che nulla hanno a che vedere con  quello di casa mia. Ricordate che questo dolce non deve avere la pasta liscia e di colore uniforme , ma una volta tagliato, assume una bella colorazione in gradazione dal giallo al brulè dove ha assorbito lo zucchero della “camicia “.

 In realtà la riuscita dipende tutta dagli ingredienti ;,procuratevi latte di  campagna ricordando che deve essere fatto bollire per un’ora ; uova di campagna ;e nessuna fretta .

 altrimenti … fate come segue :un litro di latte , otto uova e due chiare e 200 grammi di zucchero

 fate  bollire il latte del tipo  alta qualità,fino a che non si riduce della metà, assieme ad una stecca di vaniglia e una scorza di limone ; aggiungete due cucchiai di panna da dolci . La ragione della aggiunta è data dal fatto che il latte che acquistiamo è , anche quello  di prima qualità è  estremamente sgrassato  laddove quello “del contadino “ non lo è e il risultato è assai migliore ; pertanto io correggo con un poco di panna . Quando il latte  è freddo  togliete la scorza di limone e la vaniglia,aggiungete  le uova e le chiare ben mescolate ma ,non montate, con lo zucchero.

 Nel frattempo mettete altro zucchero in uno stampo di metallo per dolci rettangolare e fatelo fondere fino a renderlo bruciato . Quando è sciolto , stando attente a non scottarvi ,girate lo stampo in modo da far passare lo zucchero in tutti i lati facendo una “ veste di zucchero bruciato “ continuando finchè non è quasi solidificato . A questo punto versate la crema ; la cottura deve avvenire in forno medio e a bagnomaria pertanto collocate lo stampo  con la crema  dentro un altro recipiente  con un fondo di acqua.La cottura deve essere fatta in forno a circa 180 gr ; è una cottura molto lunga.

Il dolce è pronto quando, forando con uno stecchino questo esce asciutto ; fate raffreddare e rivoltatelo su un piatto; questo dolce è molto migliore il giorno dopo,freddo .

 Ci sono poi diverse ottime varianti….

 

No Comments Yet.

Leave a Reply